Emilia Romagna

EMILIA ROMAGNA

TERRITORIO

E STORIA

L'Emilia-Romagna è una regione dell'Italia settentrionale ripartita in maniera quasi simmetrica tra Pianura Padana e rilievi, con la porzione orientale dell'Appennino settentrionale (tosco-emiliano e tosco-romagnolo) che costituisce l'entroterra di ogni provincia eccetto Ferrara. La parte pianeggiante della regione (zona centro-meridionale della Pianura Padana), compresa tra la linea pedemontana e il Po, si allarga progressivamente da ovest verso est, mentre la zona montuosa-collinare conserva per tutto il suo sviluppo una larghezza quasi costante. La proiezione della Via Emilia sul territorio coincide quasi perfettamente con la linea esatta di transizione tra la piana e le prime colline adiacenti.

L'Emilia è una regione con una grande eredità storica, con vestigia risalenti al Paleolitico.

Entrò nel regno d'Italia nel marzo del 1860 assieme alla Romagna e la Toscana. Prima di quella data era stata la patria dei famosi ducati di Piacenza, Parma, Guastalla e Modena, oltre al libero comune di Bologna.

CUCINA

E TRADIZIONI

La cucina emiliana, come nella maggior parte delle regioni italiane, più che una cucina, è una costellazione di cucine che, in Emilia, rappresenta il risultato di quasi otto secoli di autonomia delle città emiliane, dall'età dei Comuni all'Unità d'Italia, e del ruolo di vere e proprie capitali esercitato a lungo dai centri maggiori. Indubbiamente è una cucina solida, saporita e generosamente condita. Perno della cucina emiliana sono i primi piatti. Innanzi tutto le tagliatelle, di sfoglia sottile e soda. Una variante sono le tagliatelle verdi, nel cui impasto entra la bietola o lo spinacio. Con la sfoglia verde si confezionano le lasagne al forno, piatto dovizioso a strati alterni di ragù bolognese e besciamella e formaggio Parmigiano Reggiano. I Tortellini invece sono un vessillo per la cucina bolognese e modenese. 

La cucina romagnola è ricca di piatti e ricette nate da antiche tradizioni. I caratteri della cucina romagnola sono eminentemente contadini. Decisivo è l'apporto della cultura marinara e grande è la tradizione suina, ricca di ricette. La produzione casearia di maggior pregio proviene dalle colline del cesenate.

 Oltre che per la diversa cucina le due aree si distinguono anche per le uve che si coltivano e quindi i vini che se ne ricavano. L’Emilia è la patria indiscussa dei “Lambruschi”, vini rossi frizzanti, mentre in Romagna il vino diviene prevalentemente fermo e si produce con le uve Sangiovese, Albana, Pignoletto e altre.

PIATTI TIPICI

Cibi Italiani - Emilia Romagna - Galleri

Ragù alla Bolognese

Il ragù alla bolognese è un tipico ragù di carne tritata mista. Il sugo è tradizionalmente servito con le tagliatelle all'uovo (tagliatelle alla bolognese), ma è usato anche per condire altri tipi di pasta come le lasagne al forno (arricchito con la besciamella) ed il tipico piatto povero del passato, la polenta. Un uso molto comune all'estero del ragù è per condire gli spaghetti, che vengono quindi chiamati "Spaghetti alla Bolognese", piuttosto comuni nel Nord Europa e venduti perfino in lattina: tale piatto, ormai diffuso persino in Italia, non è da attribuirsi alla cucina bolognese, in quanto la cucina emiliana ha sempre preferito la sfoglia all'uovo, solitamente fresca, rispetto alle paste di semola di grano duro, generalmente secche.

Piadina

Detta anche "piada", di cui piadina era in origine il diminutivo, è un prodotto composto da una sfoglia di farina di grano, strutto o olio di oliva, bicarbonato o lievito, sale e acqua, che viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta, detto teglia (teggia in romagnolo), ma oggi più comunemente viene cotta su piastre di metallo oppure su lastre di pietra refrattaria chiamate testi.

Prosciutto di Parma

Un salume tipico della provincia di Parma; più precisamente la zona di produzione è posta 5 km a sud della via Emilia, fino ad un'altitudine non superiore a 900 m, delimitata ad est dal torrente Enza e ad ovest dal torrente Stirone. È celebre in tutto il mondo e si contraddistingue oltre che per le peculiarità nutrizionali (unici ingredienti sono carne suina e sale, senza additivi né conservanti) anche per la "corona", il marchio che viene impresso a fuoco solo sull'originale.

Tortellini

I tortellini sono, tra le paste all’uovo ripiene, i più conosciuti al mondo. Etimologicamente parlando, il nome “tortellino” è un diminutivo di tortello che deriva a sua volta dalla parola “torta”, proprio ad indicare che come una piccola torta, anche i tortellini possono essere ripieni. I tortellini sono considerati da sempre un piatto prettamente bolognese, forse in pochi sanno che ancora oggi Bologna e Modena se ne contendono la paternità.

Parmigiano reggiano

Il Parmigiano Reggiano è un formaggio a pasta dura DOP e , prodotto con latte vaccino crudo, parzialmente scremato per affioramento, senza l'aggiunta di additivi. Il formaggio può essere mangiato a scaglie o grattugiato.

La stagionatura minima prevista dal disciplinare è di 12 mesi. Stagionature tipiche sono quelle di 24 e 30 mesi, ma possono arrivare anche a 36, 48, 72 mesi e oltre.

 

Aceto balsamico

L'aceto balsamico "non tradizionale" viene prodotto nelle provincie di Modena e Reggio Emilia, pur essendo definito dall'IGP unicamente come di Modena. Viene ottenuto unendo mosti di uva e aceto di vino, più un'eventuale aggiunta di caramello per stabilizzare il colore. Generalmente il sapore è caratterizzato da un'acidità vinosa, ossia più aspra e marcata da un punto di vista sensoriale. È richiesto un invecchiamento minimo di due mesi.

Erbazzone

L'erbazzone in pratica è una torta salata composta da un fondo di pasta (detta Foieda), ripieno per due centimetri con un impasto di bietole lesse e insaporite (a volte unite con spinaci lessi), uovo, scalogno, cipolla, aglio e tanto Parmigiano-Reggiano. Viene poi richiuso con un altro strato di pasta cosparso di lardelli o pezzetti di pancetta e punzecchiato con la forchetta.

Variazioni recenti prevedono l'uso della pasta sfoglia o pasta brisée, e della ricotta vaccina nell'impasto.

RISTORANTI  

STELLATI

OSTERIA 

FRANCESCANA

Via Stella 22

Modena (MO)

+39 059 223912

SAN DOMENICO

Via Sacchi 1 

Imola (BO)

+39 0542 29000

MAGNOLIA

Viale Trento 31

Cesenatico (FC)

+39 0547 81598

MARCONI

 Via Porrettana 291

Sasso Marconi (BO)

+39 051 846216

LA CAPANNA

DI ERACLIO

Località per Codigoro 3

Codigoro (FE)

+39 0533 712154

LA PALTA

Loc, Frazione Bilegno 67

Borgonovo Val Tidone (PC)

+39 0523 862103

PARIZZI

Str. della Repubblica 71 

 Parma (PR)

+39 0521 285952

CA' MATILDE

Via della Polita 14

Quattro Castella (RE)

+39 0522 889560

ABOCAR

DUE CUCINE

Via Carlo Farini 13/15

Rimini (RN)

+39 0541 22279

TRATTORIA 

DA AMERIGO

Via Guglielmo Marconi, 14/16

Savigno (BO)

+39 051 670 8326

LA ZANZARA

Via per Volano 52 

Codigoro (FE)

+39 347 036 7841

NIDO DEL

PICCHIO

Viale Patrioti 6

 Carpaneto Piacentino (PC)

+39 0523 850909

ANTICA CORTE

PALLAVICINA

Strada Palazzo due Torri 3

Polesine Parmense (PR)

+39 0524 936539

GASTRONIMICA ARNALDO

Piazza Ventiquattro Maggio 3

Rubiera (RE)

+39 0522 626124

IL PIASTRINO

Via Parco Begni 

Pennabilli (RN)

+39 0541 928106

LA BUCA

Corso Giuseppe Garibaldi 45

Cesenatico (FC)

+39 0547 186 0764

L'ERBA

DEL RE

Via Castelmaraldo 45

Modena (MO)

+39 059 218188

INKIOSTRO

Via S. Leonardo 124 

Parma (PR)

+39 0521 776047

LOCANDA STELLA

MICHELIN D'ORO

Via Giuseppe Mazzini 8

Soragna (PR)

+39  0524 597043

GIUDO

Lungomare Guido Spadazzi 12

Rimini (RN)

+39 0541 374612

STRADA FACENDO

Via Emilia Ovest 622

Modena (MO)

+39 059 334478

contatti

Indirizzo

 Via S. Margherita 8/A, 06122 Perugia (PG) - Italy

Tel 

+ 39 075 9072629

SEGUICI
  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle
NEWSLETTER

Istituto per la Protezione, Promozione, e Preservazione dell'origine dei prodotti agroalimentari e vitivinicoli Made in Italy

 C.F - 94167500548

 © 2019 - Tutti i diritti sono riservati